Nei meandri della vita spirituale mi sono persa miriade di volte e forse mi perderò ancora, perché non è se si intraprende la via dell’anima tutto sia facile, anzi, tutto si complica ancora di più.

Possiamo decidere: o continuiamo a vivere in superfice, pensando che lo scopo della vita sia quello di lavorare, mangiare, qualche volta fare una vacanza e divertirci, oppure comprendiamo che siamo venuti qui con un progetto ben più ampio, ben più elevato e allora inizia la ricerca.

Inizia la discesa verso noi stessi, il viaggio nelle nostre ombre, nelle nostre debolezze, nelle nostre paure e nei nostri presunti limiti, inizia così lo svisceramento di chi non siamo per arrivare all’essenza di chi veramente siamo, un percorso tortuoso, alle volte doloroso, ma che se si persiste, porterà a grandi soddisfazioni.

Ci sono tanti ed infiniti sentieri che si possono percorre per arrivare a realizzare noi stessi ed io ne sono stata in passato una ricercatrice bulimica, ma poi ad un certo punto, nel 2019 quando stavo vivendo un burnout spirituale, ho capito che dovevo scegliere.

Ci sono state delle tecniche di passaggio, alcune invece, sono entrate a far parte della mia pratica quotidiana, perché come dice Yogananda, sono rapide come un’autostrada.
Ho compreso fortemente che, uno dei miei compiti, è quello di trasmettere tutto ciò che ho appreso e che mi ha permesso di fare un salto in avanti verso la verità di chi sono.
Prendersi la responsabilità della propria vita, delle proprie scelte e dei proprio doveri è il percorso dell’anima.

Molti credono che lo Yoga e altre pratiche come lo sciamanesimo siano “belle, piacevoli, rilassanti”
no tutt’altro, ti mettono in faccia chi sei, sono un enorme specchio, perché il mondo “la fuori” è tutto quello che hai dentro e non basta cantare un mantra…
Scomodo vero? Si lo so, ma se non si è pronti a questa consapevolezza, non si sarà mai pronti a manifestare sé stessi, se non si è pronti ad accogliere totalmente chi siamo non saremo mai pronti a manifestarlo.

Sono tempi intensi questi e forse lo saranno ancora di più, proprio per questo è venuto il momento di responsabilizzarsi, fare pulizia, togliere ciò che non è utile, estirpare l’erbacce ed elevarci al di sopra di quella che percepiamo come verità tangibile ed erigerci verso la dimensione dello spirito: pura bellezza, puro amore, pura gratitudine, pura gioia, puramente noi stessi.

Mi sento fortemente partecipe e co-creatrice di quanto sta avvenendo, cavalco l’onda di questa grande trasformazione e non voglio perdermi neanche un secondo di tutte queste possibilità…
Tu sei pronta a questa trasformazione epocale? Ha capito quale la tua missione? Tieni forte e preparati, perchè uno tsumani lo cavalchi o ti travolge… a te la scelta.

With Love
Ivanka

CONDIVIDI
ACQUISTA UNO DEI MIEI LIBRI
O FAI UNA DONAZIONE QUI