HO FATTO UN SOGNO

Ho fatto un sogno questa notte.

Era scoppiata una pandemia in tutto il mondo, 
avevano chiuso tutte le frontiere,
non si poteva viaggiare, 
non si potevano prendere più aerei, treni, autobus.

Le persone erano separate,
non si potevano abbracciare, non si potevano baciare,
non potevano più incontrarsi.

Tutti dovevano per obbligo stare chiusi in casa.
Ho fatto un brutto sogno questa notte.
Tutti, a causa di questo virus, avevano paura.

I telegiornali parlavano solo di morti e malati.
Le persone urlavano dai balconi a quelli che non avevano la mascherina,
a chi correva o portava il cane a passeggio.

Ho fatto un sogno terribile.
Le persone iniziavano ad odiarsi,
a separarsi, a condividere solo notizie nefaste, insulti verso chi non la pensava come loro.

Ho fatto un brutto sogno questa notte.
New York, quella città magnifica, la città che non dorme mai,
era stata presa d’assalto, c’era una rivolta in corso,
la gente scendeva per la strada, 
picchiava e si picchiava dando fuoco ai negozi.
Protestava contro la violenza, con la violenza.

SE VUOI CONTRIBUIRE ALLA MIA SCRITTURA PUOI ACQUISTARE UNO DEI MIEI LIBRI NELLA SESSIONE PUBBLICAZIONI

Ho fatto un sogno bruttissimo questa notte.
Tutti avevano fame, perché nessuno poteva più lavorare, 
le attività chiudevano, le persone erano disperate, tanto da suicidarsi.

Ho fatto un brutto sogno questa notte,
ma poi per fortuna mi sono svegliata,
ho guardato fuori dalla finestra: piove.

Meno male che è stato solo un brutto sogno quello di questa notte,
perché un mondo così, io, non lo vorrei mai.

Radhika Ivanka
4 Giugno 2020